Piatti a base di pesce: le ricette migliori

Il pesce è un alimento dalle proprietà eccezionali. E’ nutriente e salutare e molti consigliano di consumarlo almeno due volte a settimana ma qualcuno è frenato dalla presunta difficoltà della sua preparazione.
Niente paura: con alcuni accorgimenti possiamo imparare a preparare il pesce in modo semplice e risultati decisamente appetitosi!

Frittura-di-pesce
Il pesce crudo.

Consigli sulla sicurezza alimentare.

Da diversi anni noi italiani siamo diventati grandi consumatori di pesce crudo. Sempre di più va dilagando la tentazione, comprensibilissima data la loro appetibilità, di bocconcini di salmone, tonno, sgombro, carpacci e piatti vari di pesce e molluschi di tutti i tipi consumati crudi.

Tuttavia quest’abitudine deve fare i conti con il rischio di incontrare pesce infestato da parassiti che possono infettare anche l’uomo. Non per questo bisogna però rinunciare al pesce crudo: una normativa comunitaria obbliga i commercianti, poiché questi parassiti non sopportano il freddo, oltre che il caldo generato dalla cottura, a sottoporre il pesce destinato ad essere consumato crudo al cosiddetto trattamento del freddo che consiste nell’abbattimento della temperatura per almeno 24 ore a meno 20 gradi.

Questa procedura può essere effettuata per sicurezza anche nel congelatore di casa, avendo cura però di congelare il pesce, prima di consumarlo crudo, per 96 ore nel settore del nostro congelatore domestico contrassegnato da almeno 3 stelle.

Preparazioni del pesce crudo.

Il pesce crudo è innanzitutto sinonimo di raffinati antipasti. I carpacci, primi tra tutti. Praticamente quasi con ogni pesce è possibile preparare un carpaccio, cioè un pesce crudo tagliato a fettine sottili e messo a marinare con succo di limone, erbe aromatiche, olio sale, pepe. Salmone, pesce spada, tonno, branzino, orata, ricciola, capesante.

Tuttavia non molti sanno che col pesce crudo è possibile preparare ottimi primi, ad esempio scampi alici e seppioline crude, opportunamente marinate, possono essere un ottimo ripieno per lasagnette o cannelloni di pesce crudo. Con i ricci di mare crudi si può preparare un’ottima pasta, oppure tonno, scampi e gamberi, marinati nel lime, possono essere un prelibato condimento per una pasta fredda.

Altre preparazioni.

La frittura.

La regina delle ricette di pesce, adattissima a pesci misti di piccole dimensioni, calamari, gamberi. Ricordate che il segreto sta nell’immergere il pesce asciugato prima dell’infarinatura solo quando l’olio ha raggiunto la giusta temperatura (170 gradi).

Il cartoccio.

E’ un metodo che ci sentiamo di consigliare per i pesci di medie e grandi dimensioni, perché i risultati sono sempre ottimi: il pesce non si secca, rimane morbido e profumato e non si perdono i liquidi. Nel cartoccio di alluminio si possono inserire verdure a scelta che aiutano nel mantenimento della giusta umidità durante la cottura in forno.

Al sale.

Altro metodo consigliatissimo, perché davvero semplice ma di grande effetto. Il pesce (branzino, orata) va adagiato in una teglia e coperto di un impasto di sale grosso, farina e acqua prima di essere infornato. Non occorre altro, solo erbe aromatiche a piacere. Si formerà una crosta che avrà lo stesso effetto isolante del cartoccio. Un ultimo consiglio: rompete la crosta di sale davanti ai commensali.